blog paralleli

martedì 28 ottobre 2014

Rimedi per le noci malate dal mallo nero: provo la trappola per mosche

Questa foto avrà del miracoloso, ma premetto subito che gli effetti delle trappole per mosche realizzate con le bottiglie sono stati blandi. Colpa mia, che ho appeso le trappole ai rami troppo tardi. Il mallo di molte noci è diventato nero anche quest'anno, compromettendo il gheriglio all'interno del guscio. Stessi sintomi di un paio di anni fa, leggermente migliorati per l'estate fredda che ha ingannato i parassiti.

Perché qui si ha a che fare con la mosca della noce (o Rhagoletis completa) parassita che depone le uova nel mallo verde delle noci ai primi di luglio. Il mallo, mezzo divorato e marcio, cade a terra e qui le larve della mosca svernano, pronte a ricominciare da capo.
Come bloccare questi parassiti? Non esiste ancora alcun trattamento specifico, quindi ho provato le trappole per mosche con la bottiglia. Ho evitato le trappole cromotropiche: troppo generiche, neutralizzano anche un sacco di insetti utili, come le api. La trappola specifica per le mosche è una bottiglia appesa ai rami (da due a quattro per pianta) munita di aperture, contenente una sorta di imbuto (vedere foto sopra) e... pesce marcio. Sì, il pesce marcio attira solo le mosche. Il pesce è immerso in una mistura di ammoniaca al 5% (non profumata) e acqua.

Il funzionamento è molto semplice: la mosca entra nella bottiglia, attratta dall'odore del pesce, supera l'imbuto interno e, stordita dai vapori dell'ammoniaca, non riesce più a uscire.
Nel giro di tre mesi scarsi si è accumulato qualche centimetro di mosche morte in fondo a ciascuna bottiglia. Cosa farne ora? Secondo me si può smaltire tranquillamente nel terreno, considerando che l'ammoniaca è un ingrediente molto comune in diversi concimi.

La trappola ha funzionato o no? Purtroppo non ho appeso queste trappole in tempo. Mi spiego meglio: il pesce ha impiegato un po' a marcire e nel frattempo la mosca della noce ha potuto deporre le uova senza distrazioni. Le bottiglie vanno appese molto prima, addirittura in primavera, volendo posizionate prima sui ciliegi e sugli altri alberi da frutto a rischio e infine sui noci.
E poi ripeto: non sono specifiche per questa mosca, si tratta di un rimedio generico.

Il miglior rimedio disponibile al problema della noci nere resta la prevenzione. Se si raccolgono da terra tutti i malli, infatti, le larve non riescono a trasferirsi nel terreno per svernare. Così mi sono rimboccato le maniche e ho separato:
1- le noci sane dal guscio già pulito
2- le noci sane ma sporche
3- le noci bucate e compromesse dalla larva.

criteri per scartare le noci
Le noci integre le ho messe ad asciugare al sole, lavando prima solo quelle sporche. I frammenti di mallo sono finiti nel composter e le noci scartate le ho rotte subito. I gherigli sani da una parte e quelli morsicati (comprensivi di ospite) nel mangime delle galline.



Una maniera sbrigativa per pulire le noci col mallo nero e marcio è metterle in una cassetta forata, immergere il tutto nell'acqua e poi agitare vigorosamente. Ripetere l'operazione finché tutte le noci non saranno pulite.
Prima si raccolgono e si mettono ad asciugare le noci e meglio è. Nonostante le trappole non abbiano funzionato a dovere, devo dire che quest'anno il raccolto è stato abbondante. Sicuramente parte del merito ce l'ha avuta il tempo inclemente con i parassiti, ma mi piace credere che l'altra parte sia dipesa dalla raccolta minuziosa dell'anno scorso.
Volevo piazzare un paio di galline vecchie sotto al noce, in modo da fare piazza pulita delle larve, ma me le hanno portate via...
se si interviene per tempo salveremo parecchie noci dalla muffa
le noci malate con il mallo nero, 2012

la trappola per noci non funziona, 2015

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.