blog paralleli

martedì 30 agosto 2011

Spiriti sentimentali, un disegno da interpretare con i colori

E dopo un libro sentimentale si riprende a disegnare, con un tema... sentimentale:


Spiriti Legati -  Involved Spirits, di Andrea Baldessari
spiriti legati disegno
tavoletta grafica Wacom Volito 2, Corel Painter IX, matita coprente
stampa 30 per 20 cm, l'illustrazione è disponibile sul sito dell'autore

Il disegno ideale lancia un messaggio universale: non ha bisogno di parole o di intermediari di qualsiasi tipo. L'autore non deve aver bisogno delle parole quando vuole esprimersi con delle immagini. Basta interpretarle nel verso giusto.

Una faccenda spirituale
Occoreva mostrare chiaramente le cose, senza scadere nei tratti del rebus.
Gli spiriti hanno una forma tondeggiante, soprattutto per creare un vago cuore sopra la coppia in riva al lago (con delle fiamme, scelte all'inizio, sarebbe stato più complicato). A ogni essere vivente rappresentato corrisponde un globo di luce: l'albero spoglio ne è privo.
Anche il colore ha un significato: verde per la serenità e il rosso per la passione.

Difficili interpretazioni
Dalla regia mi comunicano che scovare il senso del disegno è tutt'altro che scontato. A me sembrava banale, ma non faccio testo, visto che l'ho disegnato.
Bisogna sforzarsi un po' per mettere insieme un paio di tasselli e capire il vero senso del titolo.
Buona fortuna!

Vedi anche:
disegno precedente    -       disegno successivo

giovedì 18 agosto 2011

Lo spot di un romanzo con fotocamera e microfono

Girare un cortometraggio è un'esperienza particolare, soprattutto se devi parlare di un romanzo. Il famigerato booktrailer. Le risorse e i mezzi a disposizione sono estremamente limitate (riprese eseguite con una fotocamera compatta Fujifilm z100fd), ma poi, alla fine, qualcosina di decente viene anche fuori.

Il book trailer e (sotto) il teaser musicale
di Le Lacrime del Coraggio, di Andrea Baldessari : 









Un libro che parla con due scene
Il video riprende, esattamente come il titolo del romanzo, due termini ben distinti: le lacrime e il coraggio. Rispettivamente un momento triste e uno più "cinematografico". Quindi prima metà, con un libro, chiuso nella scatola, che sembra raccontare la vicenda. Poi scorrono le pagine e cambia scena: dialogo in cui ci si mette la faccia per interpretare Martire (Capitano dell'Indaco NDA) e si mostra la Stella di Ferro, piccola onorificenza dalle fattezze della stelletta militare.
Il video musicale è più semplice.

Un fotogramma del video.

La colonna sonora
Primo video. Il pezzo, eseguito da Peter Ilyich Tchaikovsky è Ouverture solennelle 1812. Il brano commemora la fallita invasione della Russia da parte di Napoleone. Per certi versi, si può ricondurre anche alla trama del romanzo Le Lacrime del Coraggio. Nel booktrailer si sente solo la primissima parte, un canto di chiesa russo, e manca la parte più famosa, il finale con le cannonate.
Nel secondo video, invece, si sente Death to my Hometown, dei Logh, gruppo svedese.

La registrazione dell'audio
Occorre tantissimo esercizio per avere (e mantenere) una bella voce. Allenamento costante e giornaliero. Purtroppo non è il mio caso, ma ci ho messo tutto l'impegno del caso. La registrazione è avvenuta nella mattina di Ferragosto, quando pioveva. Per fortuna il microfono Philps SBC MD 650, un gelato cardioide e uniderizionale, ha registrato solo la voce e non gli scrosci dell'acqua piovana.

Invecchiare una stella
Il fulcro del video, e un elemento ricorrente nel romanzo Le Lacrime del Coraggio, è la Stella di Ferro. Mi serviva, quindi, una riproduzione da mostrare. Invecchiata, arrugginita, ammaccata. Ho qualche stelletta del militare, ma sono tutte lucide, forse addirittura cromate. Ho letto in giro che bisogna grattare la superficie con la carta di vetro e poi cospargerla con polvere di gesso inumidito. Tutto inutile (vedere foto). Poi ho provato ad immergerla nell'alcool sporco di acrilico, pensando che un po' del colore si imprimesse sulla superficie (mi era accaduto con delle miniature). Alla fine ho deciso di bruciarla, così si è abbrustolita un po'.



Caricamento su Youtube
Per non perdere in qualità bisogna caricare il video con li minor numero possibile di compressioni. Nel mio caso ho salvato i video, montati con Adobe Premiere, in avi senza applicare compressioni (serve un po' di spazio sul disco rigido) e poi, usando Any Video Converter, li ho compressati. Youtube procede già con una compressione, in formato mp4.
Stabilire l'anteprima corretta? Un azzardo. Ho provato a calcolare i secondi analizzando i video già caricati sul mio canale e alla fine non mi è andata malissimo. Mano guantata con Stella di Ferro!

foto e video realizzati con una Fujifilm FinePix Z100fd

giovedì 4 agosto 2011

Le torte della mamma, i dolci tipici del Trentino: zelten, torta con gli amaretti...

Un piccolo assaggio della cucina dolciaria trentina: torte agli amaretti, torte al cioccolato - tra cui l'incredibile torta nera di Cadine -, il tortel di latte, il zelten, la torta di castagne, le crostate e lo studel.

Pan grattato, amaretti e gocce di cioccolato
torta pan grattatotorta amaretto cioccolato
Una torta povera, dicono, ma tra gli ingredienti troviamo pan grattato, amaretti e gocce di cioccolato. Una della migliori in assoluto. Leggera, semplice, fragrante, che ti appaga.


Torta nera di Cadine e torta al cioccolato
torta sacher caffètorta cioccolato fondente
Esiste qualcosa di più ipercalorico della torta Sacher: la torta nera di Cadine. Al posto della marmellata, infatti, c'è crema fatta di burro, tuorlo d'uova, zucchero e caffè.
A destra una variante più semplice, senza strato interno di crema e una colata di ciocciolato fondente sopra.


Il tortel di latte e il tortel di latte con le fette di mela
tortel latte
Spesso la gente si confonde e chiama tortel il tortel di patate, una ricetta tipica della Val di Non. Il tortel che conosco io è dolce, una torta fatta di latte, farina, uova e zucchero. Fuori è croccante e dentro estremamente morbido.
A destra una variante arricchiata da fette di mela, appena sfornata.
Aggiornamento del 07/05/2013: ecco la ricetta del tortel di latte

Il zelten, torta natalizia
zelten dolce natalezelten dolce trentino
Il Zelten. Tipico dolce trentino natalizio, dal sapore inconfondibile di frutta secca. Sopra, solitamente, viene abbellito con chicchi di noce, mandorle e così via.


Torta di castagne e pane con l'uvetta
torta di castagnepane uvetta
Le castagne, macinate nell'impasto, regalano un sapore tutto particolare. A destra una grossa ciambella di pane con l'uvetta. Niente da dire, le foto parlano da sole.


Le crostate: con la marmellata e con la nutella
crostata marmellata prugnecrostata nutella cioccolato
Pile di fette di crostata. Un classico intramontabile. A sinistra con la marmellata di prugne (o susine), a destra con la nutella.


E infine... i biscotti al burro e le fette di strudel:
biscotti al burro
I biscotti al burro, fatti in casa. Da gustare quando sono ancora caldi e morbidi. A destra delle fette di strudel, fragranti fuori e ripiene di mela, pinoli e uvetta sultanina dentro. Una tira l'altra.

Le torte della mamma:

i dolci trentini torta di mele torta nera di Cadine torta di rose
tortel di latte torte al cioccolato pane fatto in casa crostata trentina

foto scattate con una Fujifilm FinePix Z100fd e una Samsung EX1

L'autore

L'autore (di cui potete ammirare l'autoritratto...) è residente a Baselga del Bondone, da alcuni paragonata al villaggio di Asterix, ha la passione della scrittura, del disegno, della fotografia e delle riprese video.